DOWN THE FOREST


DOWN THE FOREST

Il grande Kublai era una persona che amava il Bello; le belle donne, i bei palazzi, i migliori tessuti per le sue vesti e tutto ciò di meraviglioso che la natura potesse offrire, compresi animali e alberi. Era un esteta talmente potente da voler possedere tutte queste bellezze.
E se era semplice far entrare donne stupende nel suo harem, ottenere statue e le opere d’arte più raffinate e belle per il suo palazzo, cosa ben più difficile era collezionare alberi da ogni parte dell’impero. Ma niente era impossibile per il Khan.

Riuscì a portare nella sua residenza estiva gli alberi più belli di tutto l’estremo oriente e li fece piantare in un un giardino segreto, conosciuto come il “Monte Verde”.
Il Mercante ebbe la fortuna di poter passare tutto il tempo che desiderava in quel bosco incantato ma durante una passeggiata tra i tronchi millenari, si avvicinò ad un alveare a caccia di miele come già aveva fatto in molte volte in altre circostanze.
Questa volta però ad attenderlo c’era una varietà di vespe che mai aveva visto in vita sua che si accanirono contro di lui.
Il dolore causato dalle punture degli insetti gli fece perdere i sensi; fortunatamente venne ritrovato dopo qualche ora con il volto sopra un cuscino di muschio e funghi che ne attutirono l’impatto.
Qui non troverete api o vespe velenose, ma non è detto che il Mercante non abbia qualcosa di speciale in serbo per voi.. seguitelo in mezzo al bosco!